Ecco un Egitto a tinte strane: il verde della Rivoluzione che ne guida il cambiamento biotecnologico e il rosa della sabbia che ne avvolge gli intrighi e le ambizioni di potere.
In questo scenario i Sette, una squadra di poliziotti dalla non specchiata virtù, pesano le anime colpevoli per scambiarle nell'oltretomba con quelle innocenti. Ma cosa succederebbe se qualcosa andasse storto e un verdetto si rivelasse sbagliato? Chi sarebbe a pagarne le conseguenze e chi il responsabile?
“Più il problema è grave, più in alto bisogna salire per risolverlo” dice uno dei personaggi, ma l'ascesa non sarà indolore: i segreti del serdab – il luogo dove si giudicano le anime – saranno svelati e stravolgeranno le vite dei Sette in maniera irreversibile.
Chi c'è dietro l'omicidio di uno di loro? E chi vuole porre fine al loro immenso potere di dare e togliere la vita?

La Pesatura dell'anima – in questa nuova versione arricchita di un utile glossario, di un'introduzione dell'autrice e di una sezione di approfondimento – riscrive il passato dell'Egitto in chiave futura, ne aggiorna gli scenari e ne anticipa le tensioni.
La scrittura di Clelia Farris, agile e sferzante, densa e acuta, non si risparmia trovate linguistiche, ibridazioni genetiche e innovazioni politiche, nel solco della migliore narrativa di speculazione europea.

L'autrice: Clelia Farris nasce a Cagliari dove si laurea in psicologia. Nel 2004 ha vinto il premio Fantascienza.com con il romanzo Rupes Recta. Nel 2009 ha pubblicato “Nessun uomo è mio fratello” vincitore del premio Odissea. Nel 2011 viene pubblicato il suo terzo romanzo “La pesatura dell'anima” vincitore del premio Kipple. Sempre per Kipple di recente ha pubblicato “La giustizia di Iside”. Suoi racconti sono presenti nelle migliori riviste di narrativa di genere come Robot, Effemme, Cronache di un sole lontano.